Counseling, counselor e attività formative annesse. La posizione di AltraPsicologia

3 Risposta

  1. Cristina Peyrani
    Certamente è tutto corretto. Mi chiedo, però, come mai l'Ordine degli Psicologi abbia finora permesso ai suoi iscritti psicologi e psicoterapeuti di aprire scuole di couseling e di formare stuole di counselor proprio nella prospettiva di una professione. Perchè, forse, se tutti questi couselor credono di poter svolgere una vera e propria professione questo messaggio l'avranno recepito nelle scuole frequentate? Chi controlla gli psicologi che formano i counselor rispetto agli sbocchi lavorativi che prospettano loro??? L'Ordine permette ai suoi iscritti di creare false speranze a persone che investono tempo, soldi e risorse personali in lunghi percorsi, proprio nella prospettiva di crearsi una professione. Io sono una psicologa/psicoterapeuta e trovo scandalosa l'ambiguità dell'Ordine, a cui appartengo, su questa questione Cordiali saluti Cristina Peyrani
  2. Cristina Peyrani
    Certamente è tutto corretto. Mi chiedo, però, come mai l'Ordine degli Psicologi abbia finora permesso ai suoi iscritti psicologi e psicoterapeuti di aprire scuole di couseling e di formare stuole di counselor proprio nella prospettiva di una professione. Perchè, forse, se tutti questi couselor credono di poter svolgere una vera e propria professione questo messaggio l'avranno recepito nelle scuole frequentate? Chi controlla gli psicologi che formano i counselor rispetto agli sbocchi lavorativi che prospettano loro??? L'Ordine permette ai suoi iscritti di creare false speranze a persone che investono tempo, soldi e risorse personali in lunghi percorsi, proprio nella prospettiva di crearsi una professione. Io sono una psicologa/psicoterapeuta e trovo scandalosa l'ambiguità dell'Ordine, a cui appartengo, su questa questione. Cordiali saluti Cristina Peyrani
  3. Claudia
    Articolo dettagliato, interessante e capace di fugare ogni forma di dubbio in ordine ad una materia così complessa.

Lascia un commento

X