ULTIMI ARTICOLI DAL BLOG

DIALOGHI | Lo psicologo di domani: dialogo con Marco Inghilleri

DIALOGHI | Lo psicologo di domani: dialogo con Marco Inghilleri Marco, dal tuo osservatorio, come immagini lo psicologo di domani? Sostanzialmente, Alessandro, credo che poco cambierà nel futuro e che la psicologia, scienza senza oggetto, continuerà, come indicato dalla sua storia, a ricoprire un ruolo essenzialmente normativo, cioè valoriale. E' noto come, in qualsiasi settore…
Per saperne di più

Festival Psicologia Torino | Quante Storie | 7-9 aprile 2017

Torino capitale della psicologia  Al via la terza edizione del Festival internazionale della Psicologia (7 /9 aprile 2017) QUANTE STORIE! Su questa affermazione si confronteranno i tanti ospiti della rassegna fra cui Moni Ovadia, Pupi Avati, Luigi Cancrini, David Le Breton, Giuseppe Culicchia, Stefania Belmondo, Domenico Iannaccone, Paolo Giordano, Fabio Veglia. Dopo il successo delle…
Per saperne di più

Enpap – Continuiamo con Altrapsicologia a tutelare la nostra previdenza

 

dal 27 Febbraio al 3 Marzo p.v. si terranno le elezioni ENPAP. Si voterà online. 

DA DOVE SIAMO PARTITI. Siamo partiti dalla truffa di via della Stamperia. Da una truffa che ha visto l'ex presidente Arcicasa, del sindacato AUPI (che a queste elezioni si annida nel raggruppamento denominato NoiEnpap), e condannato a risarcire con 13 milioni di euro il nostro ente.

Enpap: Previdenza e Contributi

Pensioni: il cuore dell’ENPAP. La previdenza è l’attività fondamentale di ENPAP. Il nostro ente funziona con il sistema contributivo a capitalizzazione. In sostanza, ogni psicologo versa annualmente contributi, a cui l’ENPAP aggiunge rendimenti che derivano dagli investimenti: questo permette di accumulare un risparmio personale che viene chiamato montante. Alla fine della carriera, il salvadanaio previdenziale…
Per saperne di più

Nino Ferro: Psicoanalisi, un metodo pericoloso? Video Conferenza a Genova

In una recente intervista Nino Ferro, psicoanalista, a proposito del termine inconscio rispondeva così:

Negli ultimi mesi si è letto e parlato di "uomo senza inconscio" (Recalcati), o anche di "inconscio tecnologico" (Galimberti). Lei che ne pensa? «Penso che l' inconscio è la nostra struttura portante come esseri umani. È come se al nostro corpo mancassero i femori: non potremmo alzarci dal letto, non potremmo vivere! Sarà un discorso poco alla moda, ma noi siamo sempre gli stessi da quando siamo diventati specie sapiens sapiens. Non possiamo comparare le ere geologiche con la vita di una rosa, per dirla con il poeta. In attesa di un salto evolutivo, non c' è alcuna novità nel funzionamento mentale, salvo che ne sappiamo molto di più».

Ma come arrivarvi?

con le "navette per l'inconscio". Ma cosa sono? «Sono "shuttles" che ci consentono dei viaggi - di va e vieni - nell' inconscio e dall' inconscio. 

Antonino Ferro: il sogno come modello della mente

Antonino Ferro, Presidente della Società Psicoanalitica Italiana, che è forse lo psicoanalista italiano più tradotto nel mondo, interviene a Genova parlando del Sogno nel suo modello della mente.

«Non sogniamo solo di notte, sogniamo anche da svegli: un’ attività onirica altrettanto inconscia avviene durante il giorno, di continuo. Sono invece fantasmagorie della mente, ma comunque stati della coscienza, quei sogni ad occhi aperti che noi chiamiamo rêverie».

Chi parla è Antonino Ferro, 63 anni, palermitano trapiantato a Pavia, ma conosciuto ovunque: i suoi libri sono tradotti in più di dieci lingue – dal turco all’ ebraico, al coreano.

X