Educazione sessuale ed emotiva in discoteca?

12801592_10208854981672333_755984860619699674_n

L’Osservatorio nazionale sulla salute dell’infanzia e dell’adolescenza riporta dei dati molto chiari rispetto allecondotte sessuali dei giovani. Il 19% degli adolescenti ha rapporti completi prima dei 14 anni e il 73% dei ragazzi non conosce le principali malattie sessualmente trasmissibili. Ma dove imparare l'educazione sessuale?

10273436_1027793710592350_3047392458002456161_n

La Società italiana di ginecologia e ostetricia ci propone un altro dato estremamente sconfortante: il 42% delle donne al di sotto dei 25 anni non utilizza metodi contraccettivi di nessun tipo nelle prime esperienze sessuali. I dati Istat del 2007 parlano di 273 interruzioni volontarie di gravidanza prima dei 14 anni e più di 10mila tra 15 e 19 anni. InoltreSave the Children sottolinea che il 14% dei giovani manda in rete proprie foto di nudo e il dato peggiora se si pensa che di questo 14%, il 10% è composto da ragazzi con meno di 15 anni. Il bisogno di educazione sessuale e di educazione all’affettività è altissimo nella fascia di età 14 – 18 anni.

12799252_10208691832923903_6480897445290960042_n-1

Il Reload Music Festival www.reloadmusicfestival.com ci è sembrata un’ottima occasione per avvicinare gli adolescenti torinesi, molto attratti dalla musica e ovviamente anche dalla sessualità.

Con questo obiettivo l’Ordine degli Psicologi del Piemonte ha allestito uno stand all’interno della manifestazione con un gioco interattivo mediante il quale i ragazzi si sono sfidati ad un quiz, a colpi di telecomandi wireless, con domande che hanno toccato i  seguenti temi: contraccezione, malattie sessualmente trasmissibili, piacere e benessere sessuale ma anche amore, affetto, diritti, violazioni dei diritti e molto altro ancora.

Il premio? Un braccialetto con l’hashtag #sharesexemotions. Un modo divertente per dare loro piccole e semplici informazioni che davvero possono cambiare la qualità della loro vita sessuale e il loro futuro. Per tutta la durata della manifestazione, i giochi saranno gestiti da psicologi con una formazione specifica in sessuologia che saranno a disposizione dei ragazzi per spiegare meglio i contenuti oggetto del gioco.

Gli obiettivi sono stati quindi molteplici: promuovere stili di vita sani, una corretta educazione sessuale ed emotiva per i ragazzi e le ragazze, e la promozione dello psicologo sessuologo come figura di fiducia e di riferimento per le tematiche affettive e sessuali.

Ti potrebbe interessare

0 Risposta

  1. […] Clicca qui per leggere l’articolo […]

Lascia un commento

X